santa Bernardette e il santo rosario

Condividi
  • 60
  •  
  •  
  •  
  •  
    60
    Shares

Bernadette non fa altro che pregare; non sa fare altro che scorrere i grani del Rosario. Così la sorella Toniette diceva dell’umile santa Bernadette, la veggente di Lourdes, che ebbe il privilegio di recitare il Rosario sotto gli occhi dell’Immacolata che la seguiva sgranando anch’Ella la corona.
A Santa Bernadette possiamo senz’altro affiancare l’incantevole Santa Maria Bertilla Boscardin, che amò appassionatamente il Rosario come suo compagno inseparabile nel lavoro quotidiano di infermiera, di cuoca, di guardarobiera.
Pensiamo anche a Santa Caterina Labouré, la prediletta dell’Immacolata, che ricevette il dono della «Medaglia Miracolosa» e che persino sul letto di morte raccomandò alle consorelle di recitare sempre il Rosario e di recitarlo bene.
Né possiamo dimenticare le belle figure di Sante ardenti e operose come Santa Teresa di Gesù, Santa Margherita M. Alacoque, la B. Anna Maria Taigi, madre di famiglia.
Ugualmente ricordiamo la Santa Gianna Molla, madre di famiglia, la quale si sosteneva con il Rosario quotidiano nel duro lavoro quale madre di famiglia e quale dottoressa pediatra. Di Santa Maria Goretti la mamma attestò che ogni giorno, oltre il Rosario con tutta la famiglia, ne recitava qualche altro da sola, intuendo col cuore la preziosa ricchezza di questa preghiera alla Madonna.
Santa Teresina ha scritto alcune cose veramente deliziose sul S. Rosario; Santa Gemma Galgani recitava il Rosario anche in estasi, bagnando la corona con il sangue delle sue stimmate; sant’Agostina Pierantoni passava candida e dolce con la corona nelle mani fra i suoi ammalati…, queste e tutte le altre Sante ci spingono con i loro esempi ad amare il S. Rosario, a considerarlo un gioiello carissimo al Cuore della Madonna.
Infine dovremmo ricordare anche gli esempi luminosi di amore al Rosario delle Serve di Dio a noi più vicine: Lucia Mangano, Santina Campana, Armida Barelli, Edvige Carboni, Alessandrina da Costa, e tante altre ancora. Infine rimaniamo meravigliati dinanzi alle figure dei pastorelli, Giacinta, Francesco e Lucia: quanti Rosari non recitavano ogni giorno? Dovremmo fare altrettanto non credete?

Ugo Maggengo
Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore. Ugo

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.