errori da non fare quando si recita il rosario

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quando si recita il rosario proviamo qualcosa di straordinario… ma non sempre. Quando si recita il rosario, acquistiamo grandi favori dal cielo anche se va in base a come lo recitiamo… ma…. come tutte le cose esiste un ma anche nella recita del rosario:

Non può amare il Rosario chi lo dice solo perché vi è costretto. Possiamo sentirci senza fervore, recitarlo con distrazioni non volute, ma dobbiamo desiderare di volerlo recitare non perché mi è stato imposto. Quando si recita il rosario, ciò che è importante è desiderare di dare gioia alla Mamma celeste.

Esistono genitori che insegnano ai propri figli ad amare il rosario. Quante grazie piovono su genitori del genere! La cosa più bella è che sono capaci di trasmettere questo amore. Ed è ciò che dobbiamo fare noi; non dobbiamo imporre la recita di questa preghiera prediletta di Maria ma dobbiamo fare in modo che chi ci guarda, chi ci ascolta, si innamori del Rosario.

Ma come si può innamorare una persona del Santo Rosario se noi stessi lo recitiamo come se fosse una penitenza? Ripeto non dobbiamo confondere il recitarlo con fervore o recitarlo con tiepidezza e distrazione; ma recitarlo con desiderio di farlo, con la propria volontà, cioè, io voglio farlo! Questa differenza tra il volerlo fare e il sentirsi costretti…. è davvero abissale.

Quando si recita il rosario, non è il farlo con il collo storto, o con occhi estasiati come se stessimo vedendo la Madonna, farà innamorare gli altri… no, ma vedere la nostra perseveranza, vedere che seppure ci sono giorni che ci pesa, noi prendiamo volontariamente la corona in mano e lo recitiamo. Quando stiamo male, ammalati, noi prendiamo la corona in mano e a fil di voce lo recitiamo…..questo farà innamorare gli altri perché non sarà il nostro modo di farlo a conquistare altre anime ma la nostra preghiera pesante come un macigno ma che si solleva al cielo come profumo d’incenso.

 

Ugo Maggengo
Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore. Ugo

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.