ALLA SCUOLA DI MARIA

Dobbiamo vivere una vita nascosta

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La virtù più grande dopo la carità, è l’umiltà. Vivere una vita nascosta, all’ombra di Dio. Dobbiamo desiderare che solo Dio venga glorificato, dobbiamo lavorare per la gloria quindi del Signore nostro Gesù Cristo e non per noi stessi. Ecco che comprendiamo quindi le parole di Gesù quando dice: Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e cacciato demòni nel tuo nome e compiuto molti miracoli nel tuo nome? Io però dichiarerò loro: Non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi operatori di iniquità. (Mt 7,22-23). Chi opera per esaltare se stessi, non può essere operatore di pace, non può essere un discepolo di Gesù e tanto meno di Maria Vergine, donna umile per eccellenza. Dobbiamo quindi operare in una vita nascosta, fatta di semplicità, sottomissione alla Legge divina Come dice San Luigi Maria Grignon De Montfort:
Maria ha vissuto una vita molto nascosta: per questo viene chiamata dallo Spirito Santo e dalla Chiesa Alma Mater, Madre nascosta e segreta. La sua umiltà è stata così profonda da non avere sulla terra altro desiderio più forte e più continuo che di nascondersi a se stessa e a tutti, per essere conosciuta unicamente da Dio solo.

vivere come maria vuol dire vivere una vita nascosta

Acquista su Amazon

Purtroppo vedo spesso persone che si vantano di fare il digiuno, che si vantano di aver predicato paroloni entusiasmanti…. ma di sostanza? L’hanno fatto per se stesse. Dobbiamo quindi se veramente vogliamo essere alla scuola di Maria, essere piccoli e nascosti. E’ il primo passo ma è anche quello più importante. Solo con l’umiltà profonda possiamo avanzare nelle virtù, possiamo conquistare altre virtù e attirare lo sguardo di Dio. Lo dice la Mamma nostra; Perchè ha guardato l’umiltà della sua serva….
Dobbiamo allora farci piccoli, nascosti, vivere il quotidiano in modo straordinario, come direbbe Sant’Alfonso Maria De Liguori
Affidiamoci a Lei, diciamo a Maria che vogliamo stare nella sua scuola d’amore, nella sua scuola che ci fa uscire non con un diploma, ma con un’aureola, perché è difficile, tanto difficile se non impossibile, stare alla scuola di Maria, senza farsi santi.

Ugo Maggengo
Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore. Ugo

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.