IL PICCOLO SEME

Il cielo non disprezza nessuno

il cielo non disprezza nessuno
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gesù ne Vangelo ci dice:

…il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. 

Mt 13,47

Cosa significa? Significa che il cielo a tutti dona il suo messaggio di salvezza, che Dio a tutti chiede di seguirlo affinché possa un giorno godere della sua eterna gioia. Ogni genere di pesci, quei pesci siamo noi, e Gesù a tutti noi, proclama la Parola di Dio, e ci invita a seguire quella via che porta dritto in Paradiso.

…Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. 

Mt 13,48

Quando la rete sarà piena, cioè quando la volontà di Dio sarà compiuta, verrà la fine dei tempi e saranno separati i buoni dai cattivi. Ecco perché dobbiamo non solo accogliere quanto Gesù ci dice ma dobbiamo farlo anche in fretta. Dio non è il Giudice che desidera punirci. Oh ma ancora non l’avete capito? Lui ha mandato suo figlio ed ha permesso che venisse massacrato e ucciso affinchè potessimo salvarci.

Alcuni dicono: Perché era necessario? Non poteva semplicemente perdonarci e tutto finiva? Perché ha voluto che il Figlio morisse sulla croce e soffrisse un’amara passione? La risposta è semplice quanto complicata; Dio non è un uomo ma Dio, appunto, ed è perfetto. Quindi Lui è Giusto, è Giustizia elevata allo stato puro e non poteva permettere perché sarebbe andato contro la sua stessa natura divina, che non ci fosse un riscatto. Se Dio avesse sorvolato, dicendo: va bene vi perdono….senza riscatto, sarebbe stato un dio corrotto. Ma siccome Lui è l’Onnipotente, il Giudice vero, dove in Lui abita la Verità; non poteva fare diversamente e per poterci riscattare Gesù ha voluto soffrire e morire, accettando questa volontà spinta dal vero amore per tutti noi.

Dobbiamo accogliere quindi questo gesto di amore, accogliere la Parola di Gesù che ci indica la via. Lui ci ha salvato, ora tocca a noi prenderci la salvezza. Lui morendo sulla croce, ci ha aperto le porte del Paradiso; ora sta a noi decidere se entrarci o rimanere fuori, anzi entrare nella porta larga della perdizione. Gesù è amore, e ciò che dobbiamo fare, è amarlo.

Ugo Maggengo
Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore. Ugo

Ti potrebbe piacere anche

1 Commento

  1. Veramente un bel messaggio che fa riflettere molto che se colto nella sua profondità ha delle sue meraviglie infinite che non immaginavamo. È vero che è un Mistero che qui in terra non comprendiamo ma tutto questo è la strada buona per evitare l’inferno e di correggerci qui in terra da aspirare alla Patria Celeste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Guarda in:IL PICCOLO SEME