Perché nel Rosario si dice prima il Padre nostro e poi l’Ave Maria?

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Perché nel Rosario si dice prima il Padre nostro e poi l’Ave Maria?
Con il Padre nostro apriamo il cuore alla sua volontà. Ogni mistero inizia prima con il Padre nostro, perché ogni evento di Gesù, ogni vissuto di Gesù è nella volontà del Padre.
Il Rosario della Vergine Maria è una vera potenza, qualcosa di inspiegabile. Maria, fa scaturire sorgenti d’acqua dai cuori più riarsi. Il rosario della Vergine Maria, ella stessa lo ha composto e lo ha prescelto.
1. La purissima Vergine Madre di Dio, al suono del Suo rosario, allontana il diavolo, come già Davide, per mezzo della Cetra, scacciò il demonio da Saul;
2. La Madre di Dio è l’Arca di Dio, che ha portato al mondo il Verbo Onnipotente: e un tempo, davanti all’Arca, Davide cantò al suono delle Arpe;
3. Ella ci ottiene la vittoria sui nemici, come un tempo, la sorella di Mosè, Maria, dopo la vittoria sui nemici, cantava al suono del timpano;
4. Maria trasmette ai Santi la Profezia: come un tempo Eliseo, mentre cantava il Salterio, ricevette il Santo Spirito di profezia;
5. Ella ha compiuto il Matrimonio tra Dio e la creatura umana nel Talamo Verginale, mediante lo Spirito Santo che si posò su di Lei;
6. Maria SS. presiede il Coro del Tripudio Celeste, che canta le divine Lodi, come un tempo le figlie di Gerusalemme cantavano: “Saul ne colpì mille, e Davide diecimila”;
7. Maria Vergine ha portato la Pace: infatti il Suo Figlio riportò unità tra Cielo e terra, ponendosi come Pietra d’angolo;
8. La Vergine Maria ha portato al mondo un giorno di festa senza fine: festa per Dio, per gli uomini e per gli Angeli;
9. E’ Lei che ha offerto a Dio Padre, per il mondo, un olocausto di immenso valore, il Verbo fatto Carne;
10. La Beatissima Vergine e Madre di Dio cantò, dopo l’Incarnazione, il divino Cantico del Magnificat, come gli Angeli, quando nacque il Signore degli Angeli, cantarono il Gloria in excelsis: la soavità di questi Cantici riconciliò Dio e l’umanità, e riportò l’alleanza tra gli angeli e gli uomini.
Queste dieci scene erano raffigurate sul Salterio della Sinagoga: come afferma Sant’Agostino nel Sermone sul Salterio della Sinagoga, che inizia con: Lodate Dio nel Salterio ecc.
Per queste dieci (ragioni), l’Immacolata Madre di Dio ha composto (il Suo Rosario).
La preghiera (del Rosario) è appropriata a Cristo Gesù, ed è da Lui prescelta, per le suddette dieci ragioni, che sono di gran lunga più confacenti a Cristo, che alla Vergine Maria.
Cristo, infatti, è infinitamente più grande e più potente di Maria: tuttavia, essendo Maria, Madre di Misericordia per i peccatori, ed in qualche modo più tenera e più materna rispetto a Cristo, Ella, secondo San Bernardo, è la Mediatrice presso il Mediatore.
Ciò nonostante, in questa preghiera alcune ragioni sono riservate a Gesù:
Il Rosario è il Cantico della Resurrezione di Cristo: il Salmo 56,9 afferma: “Risorgi vita mia, ridesta il Salterio e la Cetra”.
Così dunque, nel Rosario si recitano 15 Pater Noster, per Cristo, che risorge in noi, mediante la penitenza e la devozione: ecco perché la teologia afferma giustamente che il Salterio può essere chiamato Suffragio di Resurrezione;
San Girolamo attesta che Egli è la Ricompensa finale dei dieci Comandamenti di Dio, e condanna inappellabile per quanti li avranno disattesi;
A Cristo si riferiscono tutte le profezie, perché Egli è la loro causa efficiente, formale, esemplare e finale.
Perciò, bene scrisse Sant’Alberto Magno, che Egli era presente nel Salterio di Davide, proprio come un Salterio prefigurato;
Gesù è il Salterio della Salvezza recuperata, Egli che ci ha riacquistati e santificati.

Ugo Maggengo
Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore. Ugo

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.